PENE D'AMORE

T'amo e t'odio,

Men vado eppur resto

T'amo e vieppiù ti detesto.

Vorrei dormire mentre son sempre desto

Per il dolor d'amore che mi dai.

Dimmi, tu dunque, perché ricambi

L'amore mio con tanta indifferenza?

Io ti farei regina

tu mi faresti schiavo,

Ma non schiavo d'amore,

Che ciò invece vorrei,

Ma schiavo dei tuoi capricci

E della mutevolezza tua.

Non senti dunque un poco di pietà,

Non senti dunque intenerirti il cuore

Sapendo che t'amo così tanto?

Che ti darei tutta la vita mia

Sol se volessi ogni mio favore?